Associazione

Fablab Torino è un'associazione senza fini di lucro

L'associazione Fablab Torino persegue fini di promozione della fabbricazione digitale e del design condiviso, dell’hardware e del software libero, dello sviluppo sostenibile, a vantaggio degli associati e di terzi; basa la propria attività sull'impegno volontario, libero e gratuito degli associati; ha vocazione solidaristica e mutualistica.

Scarica lo Statuto

Iscriviti al Fablab

Manifesto

La Fab Charter é il manifesto dei FabLab, che devono sottoscrivere e mostrare nel proprio laboratorio e sito web. Non tutti i Fablab lo rispettano, noi sì. Versione originale

Che cosa è un fab lab?
I fab lab sono una rete globale di laboratori locali che facilitano lo sviluppo di invenzioni dando accesso a strumenti di fabbricazione digitale

Che cosa c'è in un fab lab?
I fab lab condividono un inventario in continua evoluzione di capacità base per fare (praticamente) qualunque cosa, permettendo la condivisione alle persone ed ai progetti

Che cosa fornisce la rete dei fab lab?
Assistenza operativa, educativa, tecnica, finanziaria e logistica oltre a tutto ciò che è disponibile in un singolo laboratorio

Chi può usare un fab lab?
I fab lab sono disponibili come risorsa comunitaria offrendo sia accesso libero ai singoli individui sia accesso programmato per specifiche iniziative

Quali sono le tue responsabilità?
sicurezza: non fare del male alle altre persone e non danneggiare le macchine operazioni: aiutare nella pulizia, mantenimento e sviluppo del laboratorio conoscenza: contribuire alla documentazione ed alle istruzioni

A chi appartengono le invenzioni sviluppate nei fab lab? I progetti e i processi sviluppati nei fab lab possono essere protetti e venduti come l'inventore preferisce, ma dovrebbero rimanere disponibili per l'utilizzo e l'apprendimento delle altre persone

Come possono fare le aziende ad usufruire dei fab lab?
Le attività commerciali possono essere prototipate e incubate in un fab lab, ma non devono entrare in conflitto con gli altri utilizzi e attività, dovrebbero crescere oltre al fab lab piuttosto che dentro al fab lab e ci si aspetta che portino benefici agli inventori, ai laboratori ed alle reti che contribuiscono al loro successo


Consiglio direttivo

Giovanni Bindi

presidente

Creative technologist, project manager and psychologist. Passionate about physical computing, Internet of Things, open innovation and digital fabrication.

http://tongatron.it/


Riccardo Torazza

tesoriere


Fabrizio Alessio

consigliere


Davide Gomba

consigliere


Gianfranco Caputo

segretario